Si va in finale di Coppa Italia! Battuta la Varesina, grande prestazione dei biancorossoblù

UsFG: Filippis, Brunetti, Pignat (20’ st Lo Sicco), Modic (29’ st Grifoni), Souare, Nardella (33’ st Ceccanti), Barlettani (1’ st Mauro), Macrì (16’ st Pino), Ampollini, Mencagli, Botrini. A disp.: Marenco, Dierna, Bellini, Regoli. All.: Masi.

VARESINA: Santulli, Perin (20’ st Ciuffo), Polenghi, Grieco, Pertosa, Gasparri, Sali (44’ st Isufi), Gatti (16’ st Guidetti), Coghetto (9’ st Gritti), Oboe (9’ st Orellana), Vitale. A disp.: Basti, Carrino, Buzzetti, Rodolfo. All.: Spilli.

ARBITRO: Striamo di Salerno. Ass.ti: Galieni di Ascoli Piceno, Raccanello di Viterbo.

RETI: 41’ Pignat (FG), 35’ st Vitale (Va), 39’ st Lo Sicco rig. (FG).

NOTE: Recupero: pt 1’, st 5’. Ammoniti: Oboe, Modic, Polenghi, Ciuffo.

 

È finale. Il Follonica Gavorrano batte per 2-1 la Varesina, passando grazie al rigore di Lo Sicco in un finale concitato di gara.

Ottimo primo tempo dei ragazzi di Masi, che scendono in campo in maglia gialla. La prima occasione è subito per il Follonica Gavorrano, che con Pignat al 2’ cerca la conclusione da fuori, la palla termina a lato.

Buone trame dei biancorossoblù nei primi minuti di gioco, che sfiorano il gol al 7’ su calcio d’angolo con un colpo di testa di Brunetti, la sua incornata fa la barba alla traversa. Quello del gioco aereo è comunque un fattore in più per i ragazzi di Masi, che in più occasioni svettano sugli avversari.

Al 9’ Mencagli prova a girarsi in area su suggerimento di Marcì, il suo destro viene deviato in angolo dalla difesa ospite. Sul corner Macrì spara sopra la traversa dal limite.

Bellissima azione del Follonica Gavorrano al 22’: fitta trama dei biancorossoblù, la palla arriva a Souare che salta un uomo sulla destra e la mette in mezzo per l’accorrente Barlettani, che al volo colpisce ma spara alto.

Il Follonica Gavorrano spinge e la prima occasione per la Varesina arriva solo al 28’, con la conclusione di Sali da fuori che impegna in due tempi Filippis.

Al 36’ Nardella a sorpresa carica il sinistro dai 30 metri e fa partire un insidioso rasoterra che sfiora il palo alla destra del portiere, Follonica Gavorrano ancora vicino al gol.

Al 41’ arriva il meritato vantaggio dei minerari: corner di Macrì per la testa di Pignat, che stacca più alto di tutti e batte Santulli per il gol dell’1-0.

La reazione della Varesina arriva dopo appena due minuti, al 43’ con Vitale, che entra in area ma calcia sulla schiena di Brunetti, con la palla che arriva docile tra le braccia di Filippis.

Al termine dell’unico minuto di recupero termina la prima frazione, con il Follonica Gavorrano in vantaggio per 1-0.

La ripresa si apre con l’ingresso di Mauro per Barlettani per un leggero acciacco.

Calcio d’angolo insidioso al 2’ della ripresa, la palla arriva a Modic che calcia, ma viene ribattuto dalla difesa ospite.

Altro bello scambio per i biancorossoblù, che portano ancora una volta Souare al cross. Al momento del tiro Mauro viene contrastato e l’azione sfuma.

Prova a prendere metri la Varesina, che inserisce Orellana e Gritti per dare maggiore vitalità all’attacco.

Ripresa decisamente più povera di occasioni, con la Varesina che attacca e il Follonica Gavorrano che si difende e prova a ripartire.

Fino al 35’, quando la Varesina si accende e trova il gol pari. È Vitale a battere Filippis riportando il match in equilibrio.

Al 37’ l’arbitro assegna un calcio di rigore, con Pino che viene atterrato in area da Gritti. Dal dischetto si presenta Lo Sicco, che batte Santulli e riporta i biancorossoblù in vantaggio.

Al 41’ altra grandissima occasione per il Follonica Gavorrano: Souare trova Ceccanti in area, che calcia di prima intenzione sfiorando la traversa.

Il finale è concitato, con la Varesina che cerca l’offensiva per portare la contesa ai rigori.

Ma a sfiorare il gol è Mencagli lanciato in contropiede, l’attaccante calcia però a lato.

Finisce così, con i biancorossoblù che battono la Varesina per 2-1 e conquistano la finale di Coppa Italia di Serie D, in attesa di conoscere la vincente del confronto tra Trapani e Imolese.

Condividi su:

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.