Le Ragazze del Calcio a 5 calano il settebello ed espugnano il campo della Massese

Le ragazze del Calcio a 5 Femminile tornano alla vittoria e lo fanno in grande stile. Le giocatrici allenate da Roberto D’Antoni escono infatti con un netto 1-7 dal campo della Massese, dopo una gara dominata per quasi tutta la gara dalle biancorossoblù.

Un successo che fa anche morale, specialmente dopo la sconfitta della settimana scorsa. Il primo gol del match arriva dopo appena 1’ di gioco, con Falcini che porta in vantaggio il Follonica Gavorrano e, al 10’, trova anche il raddoppio. La prima frazione si chiude sull’1-3, con la Massese che accorcia le distanze al 16’ e Abate che allunga nuovamente al 19’.

Nella ripresa Falcini realizza la sua tripletta personale al 6’, seguita poi da Vincenti al 22’, ancora Abate al 24’ e Rinaldi al 30’, con il risultato che si chiude sul definitivo 1-7.

La formazione delle biancorossoblù vede Abate, Baila Longo, Cirillo, Falcinelli, Falcini, Rinaldi, Vincenti e Zorzi.

Ovviamente soddisfatto della prestazione mister Roberto D’Antoni. «Una partita bellissima e giocata alla grande – commenta il tecnico – Dopo l’ultima prestazione torniamo a sorridere. Il vantaggio è arrivato subito con la doppietta di Falcini, mentre abbiamo tenuto sempre il possesso della palla con ottimi fraseggi provati nelle sedute di allenamento. Quindi sono soddisfattissimo, le ragazze sono rientrate in maniera determinata anche nella ripresa. In realtà il loro portiere ha fatto un’ottima prestazione, perché oltre ai 4 gol segnati nella ripresa abbiamo realizzato molti tiri in porta. Sono contentissimo anche perché tutte sono state ben concentrate. Faccio i complimenti a tutte anche per la reazione dopo la sconfitta della settimana scorsa. Ottima gara anche del nostro portiere Giulia Falcinelli, che ha giocato con un dito lussato togliendo la stecca solo per giocare».

Anche per Simona Zorzi c’è stata una «buona prestazione da parte di tutta la squadra. Abbiamo dominato la partita muovendoci come da indicazioni del mister Roberto D’Antoni – spiega – impegnando continuativamente il portiere avversario. Dopo le ultime prestazioni non proprio brillanti ci voleva una gara giocata in questo modo, abbiamo voluto questa vittoria anche per il morale».