Dalle Giovanili del Gavorrano ai trofei con la Fiorentina, continuano le soddisfazioni per Christian Biagetti

Continuano le soddisfazioni per Christian Biagetti, cresciuto nel vivaio del Gavorrano e da otto anni perno difensivo delle Giovanili della Fiorentina. Il suo ultimo trofeo conquistato è quello della Coppa Italia, vinta il 4 aprile dalla Fiorentina Primavera ai rigori ai danni del Torino, dove è ovviamente partito dal primo minuto. Senza dimenticare la Supercoppa Italiana dello scorso anno e la Coppa Italia di due anni fa, oltre alle tante partite giocate con le Nazionali giovanili.

Un difensore moderno, che sa impostare dal basso come impone il calcio di oggi. Christian Biagetti, scarlinese classe 2004, coltiva il sogno di arrivare, un giorno, a calcare i campi della Serie A. «Mi sto togliendo belle soddisfazioni – prosegue Biagetti – Ma l’obiettivo resta sempre quello di giocare in ambienti come quello della Serie A. Intanto la mia esperienza con la Primavera sta per terminare, quindi il prossimo anno andrò in prestito, non so ancora dove ma spero il più in alto possibile. Al momento mi alleno spesso in Prima Squadra e lo scorso anno ho anche esordito in amichevole con il Rapid Bucarest. Quest’anno ho fatto la preparazione e sono in entrato in alcune amichevoli. Come difensore mi ispiro a Sergio Ramos, mentre tra i viola mi piace molto Martinez Quarta».

Biagetti andrà dunque a giocare in prestito nella stagione 2024/25, ma rimarrà comunque di proprietà della Fiorentina. «Ho firmato a ottobre il contratto da professionista – aggiunge – Quest’anno in Primavera ho giocato da fuori quota, adesso è presto per sapere dove andrò l’anno prossimo perché ancora le squadre non fanno mercato, con i campionati che devono ancora finire. Spero di andare a giocare in Serie B, ma spero comunque di giocare e mettermi in mostra».

Alla Fiorentina sono attualmente tre i ragazzi provenienti dalla zona di Follonica, con Francesco Presta e Pietro Leonardelli, oltre a Lorenzo Biagioni che gioca nell’Under 17. «Abbiamo un bel rapporto – aggiunge – Poi dopo le partite torniamo insieme a casa, usciamo e stiamo insieme. Sono arrivato alla Fiorentina nel 2016 dal Gavorrano, avevo 12 anni. Quell’anno dovevo andare al Venturina, mentre stavo andando a firmare arrivò la chiamata della Fiorentina e andai a fare un provino. Da lì è iniziata la mia storia in viola che dura da 8 anni. Un’esperienza nel Settore Giovanile piuttosto vincente, ho la fortuna di avere compagni forti con cui ho vinto tanti trofei, fa sempre piacere».

Quello con Gavorrano, inoltre, è un amore nato fin da piccolo che Biagetti ricorda sempre volentieri. «Ho iniziato a giocare a 5 anni – racconta – Mio padre Giulio allenava i piccoli e ha giocato per tanti anni. Quindi anche quando avevo quattro anni andavo al campo e mi piaceva portare le borracce, guardare gli allenamenti e, in generale, stare sul campo. Sono tifoso della Fiorentina per mio nonno, che al mare metteva sempre l’inno della squadra. Anche se mio babbo è interista, mi portavano sempre allo stadio a vedere le partite. Dai 5 ai 12 anni sono stato al Gavorrano, fino ad arrivare ai 20 di oggi con otto anni passati alla Fiorentina. Sono sempre legato a Gavorrano e alla mia zona, mi piace stare con la mia famiglia e gli amici. Mi auguro che il Follonica Gavorrano possa vincere il campionato, fa sempre piacere quando la squadra vince. Il mio obiettivo è giocare più in alto possibile, poi se ci sarà occasione in futuro mi farà piacere tornare».

Condividi su:

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.