I biancorossoblù espugnano il campo del Real Forte Querceta, 1-2 il finale

REAL FORTE QUERCETA: Gatti, Bucchioni (1’ st Scarpa), Michelucci (45’ st Dal Pino), Gemmi (12’ st Vietina), Tognarelli (17’ st Masi), Ndiaye, Meucci (17’ st Gabrielli), Pecchia, Pegollo, Podestà, Giuliani. A disp.: Luci, Maccabruni, Bargellini, Bertipagani. All.: Buglio.

UsFG: Filippis, Ceccanti, Pignat, Dierna, Grifoni (35’ st Souare), Pino (36’ st Modic), Masini (15’ st Botrini), Barlettani (47’ st Bellini), Lo Sicco, Ampollini, Regoli (1’ st Mencagli). A disp.: Uccelletti, Brunetti, D’Agata, Mezzasoma. All.: Masi.

ARBITRO: Esposito di Ercolano. Ass.ti: Servili di Terni, Vagnetti di Perugia.

RETI: 17’ Regoli (FG), 28’ Pignat (FG), 20’ st Pegollo (RFQ).

NOTE: Recupero: pt 1’, st 5’. Ammoniti: Ndiaye, Pignat, Pecchia, Botrini, Gabrielli.

 

Il Follonica Gavorrano espugna il campo del Real Forte Querceta, vincendo per 1-2 una partita senza correre grossi rischi e avvicinandosi così alla vetta occupata dalla Pianese, distante ora solo 2 punti.

La prima occasione è per il Follonica Gavorrano e arriva al 5’ con Pino, che dal limite calcia centrale.

Al 7’ ci prova anche Regoli dalla lunga distanza, ma anche in questo caso Gatti è attento e blocca centralmente.

Partenza importante dei biancorossoblù, che sin dalle prime battute spingono nella metà campo del Real Forte Querceta. E al 17’ il Follonica Gavorrano passa in vantaggio: Bucchioni perde una palla sanguinosa sulla propria trequarti, che arriva direttamente a Regoli. Il numero 30 scarta un avversario e deposita in rete per il gol dello 0-1.

La squadra di Masi continua a spingere sull’acceleratore e al 28’ trova anche il raddoppio: Lo Sicco su calcio di punizione dalla sinistra indirizza verso la testa di Pignat, che batte Gatti dall’interno dell’area piccola e allunga il divario tra le due squadre.

Al termine dell’unico minuto di recupero concesso dall’arbitro termina la prima frazione, con il punteggio sullo 0-2 per il Follonica Gavorrano.

La ripresa si apre con l’ingresso di Mencagli al posto dell’autore del primo gol Vieri Regoli, uscito per precauzione dopo una botta alla caviglia.

I primi 10 minuti scorrono senza particolari sussulti, mentre al 15’ Masini guadagna un calcio di punizione dal limite. Sulla battuta lo specialista Lo Sicco calcia basso e impegna Gatti in tuffo.

Al 18’ impegnato anche Filippis, che blocca la sfera sulla punizione calciata da Podestà.

Al 20’ il Real Forte Querceta riesce ad accorciare le distanze con Pegollo, che deposita la palla in rete con il piattone sull’azione personale di Gabrielli.

Al 30’ Pignat va vicino alla doppietta personale, impattando di testa un cross di Lo Sicco su calcio piazzato. La palla termina alta sopra la traversa.

Al 34’ Grifoni la mette in mezzo per Pino, che di testa non trova la porta.

La partita va verso la conclusione con il Follonica Gavorrano che appare in controllo. La squadra di Masi ci prova al 45’ con Pignat, che di testa su calcio d’angolo non trova lo specchio.

L’arbitro assegna poi 5’ di recupero, durante i quali il Real Forte Querceta si rende pericoloso con Gabrielli, che calcia alto sopra la traversa.

E allo scadere si rende protagonista di nuovo Filippis, che sventa una doppia occasione per i padroni di casa arrivata su calcio piazzato.

Al triplice fischio il Follonica Gavorrano batte il Real Forte Querceta per 1-2 grazie ai due gol realizzati nella prima frazione e si avvicina alla vetta occupata dalla Pianese, adesso distante solo 2 punti.

 

Mister Marco Masi

«Il risultato è quello che cercavamo. Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, mentre nella ripresa abbiamo sofferto dopo il loro gol, siamo un po’ scesi ma abbiamo anche rischiato di chiudere la gara in maniera definitiva. Oggi contava molto portare a casa i tre punti, anche per tutto il percorso che abbiamo fatto e avvicinarci ancora di più a chi sta davanti. Anche per dare un senso a tutto il lavoro. Adesso abbiamo l’ultimo sforzo dell’anno da fare mercoledì contro una squadra che gioca molto bene, dobbiamo essere pronti a metterla dalla nostra parte. Il Ghiviborgo è una squadra importante e l’obiettivo è quello di vincere, poi ci sono gli avversari ma ogni partita cerchiamo di farla nostra. Ho tolto Regoli perché ha preso una distorsione alla caviglia, quindi anche in previsione di mercoledì abbiamo deciso di non forzarlo. Mencagli è un ragazzo che si sta integrando e sta cercando di capire quello che facciamo. Quando si entra in corsa non è facile entrare subito nei meccanismi, ma si sta applicando e sta cercando di mettere le sue caratteristiche al nostro servizio».

Presidente Paolo Balloni

«Una partita difficile contro una squadra che ha fatto la sua gara e una buona prestazione. Noi sullo 0-2 però potevamo chiuderla, invece abbiamo rischiato fino alla fine e portiamo a casa tre punti importanti che ci avvicinano alla vetta. Nel primo tempo abbiamo fatto una grande partita, mentre nella ripresa ci siamo un po’ impauriti. Abbiamo anche gestito e siamo riusciti a ottenere una bella vittoria. Adesso avremo l’ultima giornata prima della sosta, mercoledì con il Ghiviborgo sarà un’altra partita importante. La squadra sta prendendo coscienza che se siamo lì un motivo c’è, abbiamo un gran gruppo che anche oggi si è sacrificato e ha ottenuto una vittoria importantissima».

Condividi su:

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.