Pignat la sblocca al 1′, il Follonica Gavorrano sbanca il campo del Tau Altopascio

TAU ALTOPASCIO: Di Biagio, Bernardini, Alessio, Malva (36’ st Bruno), Capparella, Bruzzo, Antoni, Manetti (24’ st Meucci), Lombardo (24’ st Perillo), Noccioli (19’ st Odianose), Biagioni (36’ st Quilici). A disp.: Di Ciccio, Piccini, Bartelloni, Vellutini. All.: Venturi.

UsFG: Filippis, Pignat, Dierna, Pino (37’ st Macrì), Souare (19’ st Grifoni), Nardella, Mauro (44’ st Barlettani), Lo Sicco, Ampollini, Botrini, Regoli (29’ st Mencagli). A disp.: Marenco, Brunetti, Ceccanti, Modic, Bellini. All.: Masi.

ARBITRO: Verrocchi di Sulmona. Ass.ti: Bosco di Lanciano, Zugaro di L’Aquila.

RETI: 1’ Pignat (FG).

NOTE: Recupero: pt 0’, st 5’. Ammoniti: Souare, Odianose.

 

Dopo le fatiche di Coppa Italia torna in campo in campionato il Follonica Gavorrano. Avversario di turno il Tau Calcio sul terreno di Altopascio, una sfida da alta classifica che inizia bene per i biancorossoblù di mister Marco Masi.

Pronti via e il Follonica Gavorrano passa infatti in vantaggio dopo appena 1’: calcio d’angolo battuto da Lo Sicco con parabola verso la porta che termina direttamente sulla testa di Pignat, che stacca e batte Di Biagio con una bella incornata che vale lo 0-1.

Tre angoli nelle battute iniziali per i minerari, che al 4’ si rendono pericolosi ancora su corner: questa volta Lo Sicco batte lungo e Regoli riceve sul secondo palo, colpisce al volo verso la porta ma il suo tiro viene ribattuto in corner.

Dopo qualche minuto un po’ più blando si rivede in avanti la formazione di Masi: al 23’ Nardella da posizione defilata calcia a sorpresa con il sinistro, trovando pronto il portiere del Tau in presa bassa.

Il primo tiro della squadra di casa arriva al 32’, con Manetti che cerca la conclusione dalla distanza senza fortuna. Poco dopo ci prova anche Capparella con il piattone, il suo tiro è ribattuto dalla difesa biancorossoblù.

Al 35’ anche Lo Sicco cerca la conclusione dalla distanza, il suo tiro però è velleitario e termina tra le braccia del portiere.

Risponde ancora il Tau al 38’ con Bruzzo, che trova lo specchio ma anche la ribattuta sulla linea di Ampollini, che spazza in angolo.

Al 42’ Malva si rende pericoloso dalla distanza, riceve e carica il destro senza trovare lo specchio.

Senza recupero termina così la prima frazione, con il Follonica Gavorrano in vantaggio sul terreno di gioco di Altopascio per 0-1, grazie al gol segnato da Pignat su corner al 1’.

Nella ripresa il Tau rientra in campo in proiezione più offensiva, ma senza riuscire a pungere dalle parti di Filippis. La prima occasione della ripresa la crea Regoli al 16’ un’azione personale, che si conclude tra le gambe di un difensore del Tau.

Al 24’ ancora un calcio d’angolo pericoloso per il Follonica Gavorrano, con Pino che batte di testa sul cross di Lo Sicco ma trova la risposta del portiere.

Al 37’ Capparella usufruisce di un calcio di punizione da buona posizione, fa partire il destro che si spegne sul fondo. Poco dopo Filippis para centralmente una conclusione dalla distanza di Antoni.

Al 42’ risponde Mencagli, involandosi da posizione defilata verso la porta, la sua conclusione termina alta sopra la traversa.

Il Tau prova a premere ma il Follonica Gavorrano si rende pericoloso in contropiede. Al 44’ Mauro serve Mencagli, che calcia di prima intenzione ma trova appostata la difesa di casa.

L’arbitro assegna poi 5’ di recupero, durante i quali il Tau non riesce a premere. Basta dunque il gol iniziale di Pignat al 1’ al Follonica Gavorrano per avere la meglio sulla formazione amaranto, 0-1 per i biancorossoblù al triplice fischio.

 

Mister Marco Masi

«Abbiamo fatto una prestazione solida e di sostanza, ciò che serviva oggi. Era uno scontro diretto e sono quelle partite da dentro o fuori, per noi era importante rimanere attaccati a chi viaggia davanti a noi. Una gara quindi di gruppo senza tanti fronzoli, ma con cose essenziali, non abbiamo sbagliato nulla. Veniamo da una settimana fatta in maniera importante: abbiamo vinto sabato scorso un altro scontro diretto e fatto una gara di valore nella semifinale di Coppa, oltre alla prestazione con il Tau, quindi faccio un plauso ai ragazzi. Peccato aver perso Masini per infortunio, dobbiamo lavorare anche per lui e sopperire alla sua assenza. Al di là che è una quota, ma è un ragazzo importante, un jolly che si può collocare in diverse zone del campo e ci ha sempre dato una grossa mano. Quindi una perdita importante, adesso abbassiamo la testa e lavoriamo ancora più forte. Tornando alla partita, in queste gare regna l’equilibrio e a volte l’episodio ti può premiare. La squadra è stata brava perché ci ha poi costruito la prestazione, sapendo che questo era un risultato fondamentale per il prosieguo del nostro cammino per rimanere attaccati ai vertici. L’abbiamo quindi indirizzata come meglio non potevamo. Adesso è il momento di guardare a noi stessi, gli altri li guarderemo più avanti. Se si abbassa la guardia in questo campionato si rimane fregati. Qualche volta ci è successo, ma adesso è il momento di premere ancora più sull’acceleratore e considerare tutti alla stessa altezza. Cenaia vale come il Tau, la Pianese o il Livorno, bisogna affrontarla con il piglio e la determinazione giusti».

 

Presidente Paolo Balloni

«Intanto dedichiamo questa vittoria a Masini, che ha subito un infortunio nella precedente gara. Per quanto riguarda la partita, abbiamo giocato contro una squadra che ha dimostrato di meritare i punti che ha in classifica. Una formazione che corre e gioca a calcio, quindi sono stati 90 minuti di gara vera. Nel secondo tempo avevamo anche l’occasione per chiuderla, con Mencagli che però non è riuscito a fare gol, ma abbiamo tenuto bene il campo e abbiamo giocato una bella partita. La squadra mi è piaciuta e ha dimostrato che il carattere, da tirare fuori nelle partite importanti, è uscito fuori. Volevamo questa vittoria e l’abbiamo ottenuta contro una squadra forte. Una settimana importante per noi, ma se vogliamo continuare a fare bella figura dobbiamo continuare così. Adesso avremo il Cenaia fuori casa, ma abbiamo visto anche cosa è successo alla Pianese. Questo dimostra che ogni squadra è ostica, quindi sarà una partita importante e iniziamo a prepararla con la giusta testa».

Condividi su:

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.