Tutto pronto per la semifinale di Coppa Italia di Serie D, mercoledì arriva la Varesina

Adesso sì che è dentro o fuori. Il Follonica Gavorrano si gioca il passaggio del turno alla finalissima di Coppa Italia di Serie D, affrontando nel match di ritorno del Malservisi-Matteini – gara in programma mercoledì alle 14,30 – la formazione della Varesina, squadra che milita nel girone B.

Le due squadre torneranno a sfidarsi dopo la partita di andata giocata a Venegono Superiore in provincia di Varese, gara terminata sul 2-2 dopo un vibrante finale. La partita si era aperta solo al termine della prima frazione di gioco, quando un autogol di Pertosa propiziato dal colpo di testa di Pignat aveva portato in vantaggio i biancorossoblù. La formazione lombarda aveva trovato il pari al 10’ della ripresa con il neo entrato Sali, mentre al 90’ Mencagli aveva dato l’illusione della vittoria segnando con un bel diagonale. I giochi però si sono chiusi solo al 95’, con il calcio di rigore molto generoso concesso alla Varesina e la successiva realizzazione di Vitale.

Si riparte dunque dal risultato di parità tra le due formazioni, che avranno così altri 90 minuti per definire chi andrà a giocarsi la finalissima contro la vincente fra Trapani e Imolese, che invece si presenteranno al ritorno il 20 marzo dopo il risultato di andata in favore dei siciliani, che avevano vinto in trasferta per 1-2.

Due bellissime gare che promettono grande spettacolo, con il Follonica Gavorrano che arriva all’importante appuntamento con un’arma in più, ovvero il morale del gruppo alle stelle dopo il successo di Cenaia che ha portato al primato in classifica nel girone E a quota 50 punti, approfittando del pareggio tra Livorno e Pianese.

La Varesina si presenta invece con un po’ di riposo in più nelle gambe: è stato infatti rinviato l’incontro in programma domenica con il Pro Palazzolo. I lombardi sono adesso secondi con una partita in meno a un punto dalla prima, sarà dunque un confronto ostico e tutto da vivere che promette grande spettacolo.

Le due formazioni, ricordiamo, sono arrivate a giocarsi la semifinale dopo un percorso simile ai quarti. I biancorossoblù battendo la Casatese con cui, nonostante un’ottima partita, erano stati necessari i calci di rigore per accedere al turno successivo, dopo l’1-1 al termine dei tempi regolamentari. Stesso discorso per il Varesina, che il suo match contro l’Union Clodiense Chioggia lo aveva chiuso sullo 0-0, approdando alla semifinale grazie ai tiri dal dischetto.

Anche questa volta tra le fila del Follonica Gavorrano ci sarà un ex: si tratta dell’attaccante Antonino Pino, che ha giocato nella formazione lombarda nella prima parte della scorsa stagione, arrivando poi a metà campionato a vestire la maglia dei minerari.

Condividi su:

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.